Sono a letto con la febbre; sto cercando di rilassarmi ora perché non potrò rimanerci ancora per molto sotto le coperte, al caldo e al silenzio. In queste occasioni lascio vagare i miei pensieri, lascio che prendano le direzioni che vogliono loro, senza preoccuparmi troppo di dove arriveranno.

Penso all’amore che non dovrebbe mai far soffrire; non ho mai pensato che la sofferenza sia caratteristica dell’amore, non si ama di più perché si soffre. Io, da animale umano, tendo a fuggire dalla sofferenza per istinto.

Penso ai compromessi. A quali è giusto scendere? Sarei disposta a rinunciare a me stessa? Andare contro quella che sono? Alla mia dignità di persona prima e donna poi?

Penso che certe persone, pur non conoscendole e solo a leggere quello che scrivono, non potrebbero essere più diverse da me. E che bastano le loro parole a darmi l’orticaria e farmi volere di prenderle a calci negli stinchi.

Annunci