C’è chi ha detto che nessun uomo è un’isola.

E’ sempre stato vero questo: lo era “prima”, lo è ancora di più ora, nell’era della rete.

Il giorno di Natale mi è stato detto che ho una piccola famiglia virtuale e che non sarei stata veramente sola.  Non è una piccola famiglia, in realtà. E’ affollata di amici e di amici di amici, di vicini, di ospiti fissi e occasionali.

Così quando uno della famiglia si allontana per il viaggio più lungo, anche se lo si conosce solo di vista, o solo di nome, è come se un pezzetto di famiglia si perdesse.

Rimangono i suoi segni però: orme, parole, nodi di relazioni che non saranno dimenticati.

“Nessun uomo è un’isola, nessun uomo sta solo. Ogni uomo è una gioia per me, il dolore di ogni uomo è il mio dolore”.

(John Donne)

Annunci