“Sto cercando di riallinearmi alla mia quotidianità e non è semplice. Mi sono sempre domandata: è più difficile per chi va o chi resta?”

Non sto reagendo bene. Oddio, non è che stia per morire, ma certo sarebbe stato meglio se lui fosse rimasto. E’ difficile svegliarsi in un letto vuoto, me ne dimentico sempre troppo in fretta.

“Non lo so, ho sempre troppe domande e sempre poche risposte. E’ che tutto cambia quando non sei qui”.

Dovrei esserci abituata ormai. In teoria. La pratica è altra cosa: campassi cent’anni non mi abituerei mai, sarebbe sempre una sofferenza questa distanza.

In un sms arrivato c’era scritto: “non si è soli se c’è affetto nell’aria”.

“Io sono sempre con te”.

Annunci